← Indietro

Lontano dal mare

Viaggio nell'entroterra siciliano, uno scrigno che nasconde tesori inestimabili.

Lontano dal mare

Anche in un'isola come la Sicilia, prima che si diffondessero le automobili, vivevano popolazioni che non avevano mai visto il mare. Erano i siciliani dell'entroterra, di città come Enna, detta l'ombelico della Sicilia per la sia posizione centrale, o come Caltanissetta, la cui economia per secoli si è basata sull'estrazione dello zolfo.

È sulla produzione della ceramica, invece, che si basa l'economia di una notissima località della Sicilia, sempre all'interno di quest'isola, ben lontana dalla costa. Ecco Caltagirone, con i suoi negozi di ceramiche e i palazzi variopinti, ornati proprio con le maioliche realizzate dagli artigiani locali. La più conosciuta e fotografata è la Scalinata della Chiesa di Santa Maria del Monte, con i suoi 142 scalini abbelliti da ceramiche colorate. In un percorso a gradini vengono raccontati i principali eventi della storia della Sicilia, dall'arrivo degli arabi ai tempi moderni. La stessa scalinata è protagonista di due eventi che si svolgono ogni anno. A maggio si svolge l'Infiorata in onore della Madonna e i gradini vengono ornati con piante colorate. In estate, invece, (il 24-25 luglio e il 14-15 agosto) ci sono i due appuntamenti con la Luminaria, durante la quale vengono disposte sulle scale circa quattromila fiammelle.

Conosciuta in tutto il mondo per i suoi mosaici, la Villa del Casale di Piazza Armerina altro non è che un'antica villa rurale costruita fra il III e il IV secolo d.C. Un percorso su passerelle aeree permette di ammirare i mosaici dall'alto, godendo delle magnifiche scene di caccia con animali della savana o delle più rilassanti immagini di donne al bagno. Per dare un'occhiata all'altipiano su cui è sorta Piazza Armerina, basta fare un giro nel centro storico e salire sul Castello Aragonese. Interessanti anche il Duomo e la Chiesa di San Rocco, entrambi esempi notevoli del barocco siciliano.

E' difficile credere che Enna è il capoluogo di provincia più alto d'Italia. La sua collocazione arroccata sui Monti Erei ne ha fatto nei secoli una città "inexpugnabilis". Dalla sua posizione strategica la vista spazia sull'intera Sicilia, fino al monte Etna. Uno dei punti più panoramici lo offre la Torre Pisana, che fa parte del Castello di Lombardia. Questa enorme fortezza ha avuto nella storia un importante ruolo, essendo il luogo in cui Federico II di Svevia si dichiarò re della Trinacria e riunì il suo parlamento. La residenza estiva dell'imperatore era invece la Torre di Federico II, alta ben 24 metri e costruita a forma ottagonale.

Ultima tappa di questo viaggio è il cuore minerario della Sicilia. Il Museo mineralogico, paleontologico e della zolfara descrive proprio il ruolo dell'estrazione dello zolfo per Caltanissetta. Il nome di questa città viene dall'arabo "Qalat-an- Nisa", che significa città delle donne. È fra il Seicento e il Settecento che Caltanissetta è letteralmente sbocciata, grazie agli architetti del barocco e alla mano del pittore fiammingo Guglielmo Borremans, che diede un tocco in più alle bellissime chiese già esistenti. È il caso della Cattedrale di Santa Maria La Nova e San Michele: edificata tra il 1570 e il 1622, un secolo dopo venne impreziosita dagli affreschi del Borremans, che si possono ammirare sulla volta della navata centrale.

Proposte di soggiorno

La Dépendance

Small Boutique Hotels Noto

Mezza Pensione

Valida dal 1 Aug 2014 al 31 Oct 2016

da € 200,00 (per notte a camera)

Itinerari

Località principali

Hotel nelle vicinanze

0.00 Km

Mandranova

Palma di Montechiaro

0.00 Km

Masseria Susafa

Polizzi Generosa

A partire da € 70,00

0.00 Km

La Dépendance

Noto

A partire da € 100,00

0.00 Km

Castello Camemi

Vizzini Scalo

0.00 Km

Riserva del Noce

Caltagirone

A partire da € 100,00

0.00 Km

Locanda Don Serafino

Ragusa

Altri link utili
Sicilia (tutti gli hotel)
Piazza Armerina Hotels
Enna Hotels
Caltanissetta Hotels